Tutti pazzi per la colazione che non fa differenze

Frutta biologica, schiacciate e crostate artigianali.

Data:

14 Novembre 2022

Tempo di lettura:

3 min

Dieta a scuola

Descrizione

Le bambine e i bambini delle scuole dell’infanzia e delle primarie di San Casciano apprezzano la novità a tavola introdotta dal Comune

Frutta biologica, schiacciate e crostate artigianali. Tutti pazzi per la colazione che non fa differenze

L’assessore alle Politiche educative Elisabetta Masti: “La frutta che prima non veniva consumata a fine pasto ora viene degustata a pieno dai bambini, segno che la distribuzione degli alimenti nell'arco della giornata scolastica risponde perfettamente alle loro esigenze”

San Casciano in Val di Pesa, 12 novembre 2022. Biologica, gratuita e antispreco. La colazione che non fa differenze e offre a tutti i bambini iscritti nelle scuole dell'infanzia e primaria di San Casciano in Val di Pesa uno spuntino vario e attento alla qualità dei prodotti a km 0 e filiera corta piace agli studenti. Il sindaco Roberto Ciappi, insieme all'assessore alle Politiche educative Elisabetta Masti, al dirigente scolastico Marco Poli e alla dietista Alessandra Siglich si sono confrontati sul gradimento del progetto promosso dal Comune di San Casciano in Val di Pesa che ha introdotto la colazione gratuita con l'obiettivo di contrastare il problema dello spreco alimentare nelle mense scolastiche ed educare i più piccoli ad una corretta ed equilibrata alimentazione.

“I bambini sono contenti, hanno risposto positivamente a questa novità che si propone di far consumare loro prodotti di qualità legati al nostro territorio - dichiara il sindaco Roberto Ciappi - un'attenzione particolare quella che dedichiamo da anni al servizio di refezione scolastica, anche in virtù delle cucine di cui sono dotate le nostre scuole, comprese quelle più decentrate, dove il cibo viene preparato e somministrato espressamente”.

Il vantaggio del progetto è triplice: la colazione punta alla qualità della vita e del benessere dei bambini attraverso un corretto apporto nutrizionale tra i banchi di scuola dove trascorrono gran parte del loro tempo, pensa alle tasche delle famiglie che possono risparmiare grazie alla gratuità dello spuntino e determina un importante beneficio all’ambiente con la riduzione degli sprechi e dei rifiuti. “La frutta che prima non veniva consumata a fine pasto ora viene degustata a pieno dai bambini - aggiunge l'assessore alle Politiche educative Elisabetta Masti - segno che la distribuzione degli alimenti nell'arco della giornata scolastica risponde perfettamente alle esigenze degli studenti”. “Lo spuntino biologico ha il compito di spezzare la fame a metà mattinata – precisa la dietista Alessandra Siglich – questo consente agli allievi di giungere all'ora del pranzo con il necessario appetito, consumare tutto il pranzo ed evitare avanzi”.

Gli alimenti sono i più diversi e ogni giorno invitano i più piccoli, 650 circa complessivamente, a deliziare il palato nella prima fascia della mattinata con schiacciate, crackers, frutta biologica, yogurt, crostata e torta provenienti dai forni locali. “La colazione biologica uguale per tutti è un percorso educativo e sociale per gli studenti che hanno comunque la possibilità di scegliere, qualora abbiano esigenze particolari - aggiunge il dirigente scolastico Marco Poli dell'Istituto comprensivo “Il Principe” - il progetto trasmette uno stile di vita equilibrato e indica un modello di relazioni interpersonali inclusivo, aperto, che rientra nel programma dell'attività didattica a testimonianza che la scuola è un luogo dove si costruisce democrazia, diritti, autonomia e consapevolezza”.

Ulteriori informazioni

Multimedia

Ultimo aggiornamento

14/11/2022 - 12:55